In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL LIGURIA – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa

  • Home
  • Non categorizzato
  • Domani sciopero nazionale addetti e comparto pulizie, servizi integrati e multiservizi. A Genova lavoratrici e lavoratori formeranno un grande "serpentone" dei diritti e della dignità
CONFEDERAZIONE ITALIANA SINDACATI LAVORATORI

PRIMO PIANO

    Domani sciopero nazionale addetti e comparto pulizie, servizi integrati e multiservizi. A Genova lavoratrici e lavoratori formeranno un grande "serpentone" dei diritti e della dignità

    Pulizie ospedaliereGenova, 12-11-2020: Domani, venerdì 13 novembre, gli oltre 600mila addetti del comparto delle imprese di pulizia, servizi integrati e multiservizi incroceranno le braccia per l’intero turno di lavoro. A Genova, per evitare assembramenti, è previsto un doppio concentramento alle ore 9.30, uno in piazza della Vittoria e uno presso i giardini di Brignole

    , che si uniranno per formare un grande "serpentone" statico a distanza di sicurezza lungo Via XX Settembre.

    Nessuna ripresa dei negoziati per il rinnovo del contratto nazionale scaduto ormai da 7 anni e mezzo: lo sciopero generale di settore, indetto dai sindacati di categoria Filcams, Fisascat e Uiltrasporti a livello nazionale, è la risposta all’indisponibilità delle associazioni datoriali Anip Confindustria, Confcooperative Lavoro e servizi, Lagacoop Produzione e Servizi, Unionservizi Confapi, Agci Servizi e delle imprese del settore a rinnovare il contratto collettivo nazionale.
    La manifestazione regionale a Genova, organizzata nel rispetto delle misure anticontagio, "sarà un grande serpentone dei diritti e della dignità", sottolineano Filcams, Fisascat e Uiltrasporti.

    Le lavoratrici e I lavoratori dei servizi in appalto di pulizia e sanificazione svolgono un ruolo essenziale per il contenimento del contagio nei presìdi ospedalieri, nelle Rsa, nelle case di cura, nelle scuole, nelle università, nei tribunali, nelle fabbriche e negli uffici pubblici e privati, esponendosi in prima linea per garantirne l’accessibilità.

    Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti puntano il dito contro il dietrofront delle rappresentanze datoriali del settore che opera prevalentemente negli appalti pubblici: non rispettando gli impegni e gli affidamenti hanno fatto saltare tutti gli incontri programmati, producendo una strumentale dilatazione dei tempi negoziali e mettendo in discussione diritti, tutele e la definizione di un aumento salariale congruo e dignitoso. Tutto questo nonostante molte imprese, con la pandemia, abbiano incrementato in modo consistente lavoro e fatturato, continuando a sfruttare il senso di responsabilità, i sacrifici e la professionalità di centinaia di migliaia di lavoratori, per il 70% donne, con salari esigui, orari spesso ridotti, carichi di lavoro pesanti e condizioni di lavoro difficili.

    Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltrasporti Uil territoriali

    Stampa Email